Le persone che sono esposte al fumo passivo secondo gli esperti sono a rischio di perdita dell’udito.

I danni che derivano dall’uso di sigarette sono conosciuti. Ma uno studio svolto su più di 3000 persone, pubblicato sulla rivista sulla rivista Tobacco Control, dimostra come anche il fumo passivo possa arrecare danni alla salute anche uditiva.
Gli esperti ritengono che il fumo di sigaretta possa interrompere il flusso di sangue nei piccoli vasi dell’orecchio e ciò comporta un danno uditivo.
Il danno è diverso da quello causato dall’esposizione al rumore o dall’invecchiamento semplice.
Nello studio, i ricercatori dell’Università di Miami e della Florida International University hanno esaminato i risultati dei test dell’udito di 3.307 volontari non fumatori – alcuni ex fumatori e alcuni che non avevano mai fumato nel corso della loro vita.

Problemi di ascolto

I test hanno misurato la portata dell’udito su frequenze basse, medie e alte.
Per valutare l’esposizione passiva al fumo, è stata controllata la presenza, nel  sangue dei volontari, di un sottoprodotto di nicotina, chiamato cotinina, che viene prodotto quando il corpo entra in contatto con il fumo di tabacco.
Questo ha rivelato che le persone esposte al fumo passivo avevano molte più probabilità di avere un calo uditivo rispetto ad altre. Il fumo passivo aumentava il rischio di perdita dell’udito su tutte le frequenze di suono.
Il Dr David Fabry, che ha guidato la ricerca, ha dichiarato: “Non sappiamo esattamente in quale quantità di fumo è necessario essere esposti per essere esposti a un rischio maggiore, ma sappiamo che la soglia per il danno è molto bassa.
La perdita dell’udito può spesso essere molto frustrante e portare all’isolamento sociale, se non affrontato rapidamente.
Prenota gratuitamente un controllo dell’udito.